.
GIOSAFAT
VHS GIOSAFAT - PET GIOSAFAT

Camminavo per le strade di Palermo. Lì, la spazzatura, nelle piazze, per le strade, agli angoli è una silenziosa presenza che ormai partecipa a pieno titolo della bellezza commovente della cittá. Mucchi di immondizia, immonda sporcizia. Rifiuti. Oggetti scartati, eliminati, dal valore e dall'utilitá negati. Non vengono rimossi però, non subito; sono lasciati languire, agonizzare per lunghi giorni, a volte per settimane. Questa fine lenta mi commuove. Non posso evitare di guardarli. Li scruto. Cerco di salvare, riscattare qualcuno di quegli oggetti buttati che vedo immersi nella immondizia, ma che ancora possono essere riciclati, e recuperarne il valore, se solo gli si ridasse la sua vita utile. Allora mi tuffo in un processo creativo che supera il ready-made e trasformo centinaia di metri di nastro magnetico di decine di cassette VHS (Video Home System) in un futurista abito da sera. Un numero infinito di strisce di polietilene, materiale riciclabile, diventano frange che con un sonoro fruscio e riflettendo la luce, si sommano al movimento di chi lo indossa. Un rifiuto resuscitato.
Le fotografie sono di Annalisa de Sivo.

2010

en castellano